Valencia

Camera Doppia dell´hotel medium valencia

hotel medium valencia ***

L’ hotel Medium Valencia, elegante e all’avanguardia, si trova molto vicino alla Ciudad de las Artes y de las Ciencias e all’iconico quartiere di Ruzafa.

Il centro città si trova a pochi passi dall’hotel.
Gli ospiti avranno a disposizione tutte le comodità per un soggiorno indimenticabile: piscina esterna, area fitness per l’allenamento personale, un moderno lounge bar nella hall e un ristorante specializzato in cucina mediterranea.

Avda. d’Amado Granell Mesado, 48

(antes General Urrutia, 48) Valencia

Telf: +34 963 34 78 00

Itinerario del “Casco Antiguo” (Città Vecchia)

  • Cattedrale
  • Casco antiguo
  • Portal de Serranos
  • Quartiere del Carmen
  • La Lonja

Il punto di partenza ideale del nostro itinerario è la Cattedrale di Valencia. È un monumento che risalta per i suoi tre portici, ognuno di uno stile diverso: romanico, gotico e barocco. Ne potremo ammirare anche il campanile, la torre del “Miquelet”, che sovrasta la città. Dopo la visita a questo monumento potremo passeggiare lungo le viuzze del casco antiguo mentre ci dirigiamo al Portal de Serranos, che si trova sulla riva del fiume. Questa porta era una delle entrate della città nel periodo in cui era cinta da mura. Da qui vedremo il letto del Turia, fiume  che dopo le alluvioni del 1957 fu deviato al di fuori della città. Adesso i valenziani possono far uso di questo spazio per la pratica di sport, per passeggiare in bicicletta ecc. A pochi passi troveremo la piazza del Carmen, cuore dell’omonimo quartiere. È uno dei quartieri più famosi della città, per la sua vita notturna ed i suoi negozietti. Se torniamo a sud lungo la via Serranos raggiungeremo uno dei più bei monumenti della città, La Lonja. Venne costruita nel 1483 dai mercanti valenziani ed era sede del consolato del mare. Símbolo del potere economico della città ed uno dei più bei monumenti gotici.

Quartiere del Carmen
Fontana del Turia in Plaza de la Virgen

Itinerario del Fiume

  • Ciudad de las Artes y las Ciencias
  • Torri di Serrano
  • Palau de la Música
  • Museo di Belle Arti
  • Bioparc

 

Questo è l’itinerario della Valencia futurista. Una delle parti dotate di maggiori attrattive in cui possiamo rilevare la trasformazione subita dalla città negli ultimi tempi e che l’ha posta all’avanguardia dell’architettura.

Possiamo iniziare l’itinerario in una delle due estremità del fiume, ma noi abbiamo scelto la Ciudad de las Artes y las Ciencias [La città delle arti e delle scienze] come punto di partenza. Quest’area venne progettata da Santiago Calatrava e inaugurata nel 1998. Annovera diversi edifici fra i quali spiccano l’“Hemisféric” e l’“Oceanogràfic”, l’acquario più grande d’Europa.

Proseguiremo a piedi lungo l’antico letto del Túria, trasformato in parco dopo che il fiume venne deviato fuori città per evitare il ripetersi delle grandi alluvioni del 1957. Come potremo osservare strada facendo, il fiume è diventato un luogo di svago per i valenziani che vi praticano sport, passeggiano o ne fanno un punto di ritrovo. A metà strada scorgeremo le torri di Serrano e passeremo davanti al bel Palau de la Música, che vanta un’acustica elogiata da numerosi artisti. Con una piccola deviazione possiamo raggiungere diversi musei che si trovano nelle vicinanze, come il museo d’arte moderna (IVAM) o il museo di Belle Arti, che possiede una vasta collezione di quadri d’illustri pittori spagnoli come Velázquez, El Greco, Murillo o Goya.

Concluderemo l’itinerario in uno dei giardini zoologici senza barriere più moderni del mondo ed il più grande d’Europa. Il concetto del Bioparc consiste nell’introdurci nell’habitat degli animali, contrariamente a quanto accade nella maggior parte dei giardini zoologici. Potremo vedere leoni, ippopotami, giraffe ed elefanti nei loro ambienti naturali, circondati dalla vegetazione delle loro zone, senza barriere né gabbie.

Per percorrere questo itinerario abbiamo la possibilità di noleggiare biciclette presso i numerosi punti di noleggio che si trovano lungo il fiume.

Città delle Arti e delle Scienze
Torres de Serrano
Antico letto del fiume Turia

Itinerario marittimo

  • Cantieri Navali Reali (Drassanes Reials)
  • Porto di Valencia
  • Museo de la Semana Santa Marinera
  • Paseo Marítimo
  • Spiagge dell’ Arenal e della Malvarrosa

In questo itinerario visiteremo la Valencia mediterranea. Vi potremo contemplare monumenti del XV secolo che sorgono accanto ad edifici del XXI.

Cominceremo la passeggiata dai Cantieri Navali Reali (Atarazanas Reales), luogo in cui venivano anticamente costruite le navi. È un notevole esempio del gotico civile della Corona d’Aragona.

A pochi passi troviamo il porto di Valencia. Questo porto, recentemente ristrutturato, è stato la sede della Coppa America di vela ed è uno degli scenari del Gran Premio di Formula 1 che si svolge ogni anno in questa città. Nel passato fu il simbolo della crescita economica che fece della città e del suo porto i più importanti del regno, superando anche Barcellona. Attualmente è diventato anche un’attraente zona di svago dove possiamo trovare bar e pub in cui prendere un bicchiere.

Approfittando la visita al porto, possiamo raggiungere il Museo de la Semana Santa Marinera, [Museo della Settimana Santa Marinara], a entrata gratuita, che ci darà un’idea di com’era la vita in mare in altre epoche.

Possiamo trovare perfino un museo del riso…, anche se per una buona “paella” dovremo senza dubbio recarci sul Paseo Marítimo. Questo lungomare si snoda dalle spiagge dell’ Arenal e della Malvarrosa, punteggiato da numerosi ristoranti dove possiamo assaporare i frutti della gastronomia valenziana. Senza dubbio un’esperienza da non perdere.

 

Porto di Valencia
Spiaggia della Malvarrosa