• hotel medium sitges park ***

Storia dell'hotel medium sitges park

Torre e piscina dell´hotel medium sitges park

L’Oasi di Sitges

È incredibile come clienti da tutto il mondo raccontino la loro esperienza in modo molto simile. Spesso leggiamo opinioni sul nostro hotel nel quale viene dipinto come un’oasi all’interno dell’animato centro di Sitges. Un’altra definizione comunemente utilizzata, in particolare dai clienti inglesi, è quella di “gemma nascosta di Sitges”. In entrambi i casi gli ospiti sottolineano la pace e la tranquillità di cui hanno potuto godere nel giardino interno e nella piscina.

Si tratta di uno spazio delimitato da tre edifici che costituiscono l’hotel. Uno di questi, col suo caratteristico torrione, è parte fondamentale della “Ruta de los indianos” di Sitges.

Da casa privata a hotel

L’architettura e l’arredamento modernista, più alcuni elementi tipici dello stile coloniale, come le palme in giardino, sono caratteristiche distintive dell’epoca in cui fu costruito l’hotel: il 1896, quando il famoso architetto Gaietá Bohigas costruì la casa destinata alla famiglia di Severiano Virella Casellas, un emigrante arrochitosi in America che era appena tornato a Sitges per godere delle ricchezza ottenute oltremare.

Fino agli anni Trenta del XX secolo, “Can Severiano” fu semplicemente una casa privata, chiamata “Villa María” dal suo proprietario, in onore di sua figlia. Successivamente venne trasformata in una scuola. Negli anni Sessanta, divenne un hotel che svolse un ruolo particolarmente importante durante il boom turistico di Sitges, prendendo il nome di Sitges Park Hotel.

Infine, nel 2012, quando medium hoteles prese in mano la sua gestione, l’edificio riacquistò tutto il suo splendore tramite diversi lavori di ristrutturazione mirati ad esaltare le sensazioni uniche evocate da questo ambiente. Luminosità, calma e silenzio, in poche parole: un’oasi di tranquillità al centro di Sitges.

La torre dell´hotel medium sitges park un secolo fa
L´antico hall dell´hotel medium sitges park
Sitges un secolo fa