Passeggiata marittima Sitges

Itinerario “degli Americani”

  • Casa Severià Virella / Villa Ana
  • Mercato di Sitges (attualmente casa Bacardi)
  • Casa Ferrer Torralbes / Villa Anita
  • Casa Sebastià Sans Bori
  • Casa Joan Robert i Brauet
  • Casa Bonaventura Blai / Villa Avelina
  • Casa Bartomeu Misas

Vi presentiamo un itinerario turistico per osservare i gioielli architettonici dell’epoca degli Americani, cioè di quegli abitanti di Sitges che dalla fine del XVIII secolo e sino al primo terzo del XX emigrarono a Cuba in cerca di fortuna e che, al ritorno al paese natale, avevano investito buona parte dei loro risparmi nella costruzione di edifici e mansioni.

Inizieremo l’itinerario nell’hotel medium sitges park, antica Casa Severià Virella, o Villa Ana, quindi gireremo a destra per poi prendere la prima a sinistra. Qui inizia la Calle Illa de Cuba, dove potremo vedere le case Sebastià Sans Bori (verso la metà) e Bonaventura Blai (all’incrocio con Calle San Gaudeni).

Giunti alla fine della via, gireremo a sinistra nell’Avenida Artur Carbonell, dove si trova Villa Havemann o Ave María, con originali modifiche dell’architetto Josep Doménech i Estapà.

Un po’ più avanti si trova Villa Subur, molto più modesta, ma ugualmente incantevole.

In Pla de l’Ajuntament, si trova Casa Bacardi (antico mercato municipale di Sitges) che accoglie tutta un’esposizione sulla vita e le opere dell’imprenditore sitgetano Facundo Bacardi i Massó, noto per aver fatto fortuna con il famoso rum Bacardi.

Saliremo per Calle Santiago Rusiñol, e al numero 33 troveremo Casa Ferrer Torralbes, dove termina il nostro itinerario.

Centro di Sitges

Itinerario per il centro storico e i musei

  • Municipio
  • Mercato comunale
  • Antiche mura della città
  • Chiesa di Sitges
  • Monumento al Dott. Robert
  • Museo Cau Ferrat
  • Museo Maricel

Per retrocedere alle origini di Sitges basta fare due passi per il centro storico, dove si trovano i ruderi delle antiche mura (nel quartiere dei pescatori) e gli apporti che il Modernismo ed epoche posteriori ci hanno lasciato: il Municipio, l’antico mercato comunale (Casa Bacardi), la Biblioteca Popolare Santiago Rusiñol e il monumento al Dott. Robert, accanto alla Chiesa.

Nel centro storico si trovano anche due dei musei di Sitges: il Museo Cau Ferrat, casa-studio di Santiago Rusiñol e il Museo Maricel. Davanti a questi due musei si trova il Palazzo Maricel.

Il Museo Cau Ferrat fu la residenza estiva di Santiago Rusiñol e tempio della sua ideologia dell’Arte Totale. Ospita un’importante collezione di pittura di Rusiñol e di altri artisti che, come lui, hanno dato inizio a ciò che oggi si conosce come modernismo.

Il Museo Maricel, ubicato in un antico ospedale del XIV secolo, è un luogo ideato per garantire la perfetta conservazione delle collezioni d’arte di Chales Deering, con la collaborazione dell’ingegnere Miguel Utrillo i Morlius.

Calle del Pecado

Calle del Pecado

Sitges non è solo arte e gastronomia, come è noto a tutti, offre alternative a chi è alla ricerca di emozioni più intense.

Ampiamente conosciuta è la sua “Via del Peccato”, “Calle del Pecado”, che in realtà si  chiama “Calle 2 de Mayo” ed è il punto di incontro degli abitanti di Sitges quando inizia la vita notturna. Sulla strada ci sono molti locali, tra cui il bar Pachito del Pasha Group. C’è anche una “Via del Peccato Gay”, la “Calle Bonaire”, dove sono concentrati diversi locali notturni rivolti a gruppi LGTB.